Cosa vedere a Reggio Calabria

L’Italia è straordinariamente bella e varia, da Nord a Sud. Non a caso, è uno dei paesi più belli del mondo. E tra le città che conservano un loro fascino c’è anche Reggio Calabria. Ma cosa c’è da vedere? Scopriamolo insieme.

I bronzi di Riace

Ovvio. Si deve partire da uno dei monumenti più famosi del nostro Stato: i bronzi di Riace. I bronzi si trovano nel Museo Archeologico Nazionale, che si estende per ben 11mila metri quadrati.

I reperti che potrai trovare vanno dal Neolitico all’Antica Roma, con ben 200 vetrine tutte da ammirare. E i bronzi si trovano proprio in questo museo. Si chiamano di Riace perché sono stati trovati proprio nei fondali marini di questa città.

Ovviamente, il museo ospita anche altre cose molto interessanti che non stiamo qui a dirti. Ma, se vuoi vedere di persone le statue che hanno fatto la storia, devi venire qui. A Reggio Calabria.

Il lungomare

C’è chi lo considera uno dei lungomari più belli d’Italia. Noi non vogliamo spingerci fino a tanto ma sicuramente ha un fascino davvero unico. Lungo quasi 2 chilometri, si trova tra Piazza Indipendenza e Piazza Garibaldi, attraversando il centro storico.

Qui è possibile ammirare i palazzi in stile Liberty, immersi negli alberi che hanno anche più di 100 anni. Con la riqualificazione degli anni ’90, inoltre, c’è stata una certa armonia tra il ‘vecchio’ e il ‘nuovo’. La riqualificazione, infatti, ha portato una ventata di modernità da un lato ma, dall’altro, è possibile vedere i reperti di quando Reggio Calabria aveva uno stampo greco-romano.

Nel lungomare Falconara (questo è il suo nome) è possibile ammirare anche delle sculture.

Il Castello Aragonese

L’Italia è il Paese dei castelli. E, ovviamente, non poteva mancarne uno a Reggio Calabria. Costruito nel VI secolo d.C., il Castello Aragonese fu abitato prima dai Normanni e poi dai D’Angiò (o, comunque, fu controllato da questa dinastia).

Il Castello ha avuto diversi ruoli in passato. Fu usato dai reggini per difendersi dalle varie invasioni, ma il terremoto del 1908 ha reso più celeri le opere di demolizione e, in parte, di ricostruzione. A tal punto che, oggi, restano in piedi – in buono stato – le due torri. E all’esterno c’è una terrazza panoramica con una vista niente male.

Il Duomo

La sacralità di questo edificio è ‘famosa’ in tutta la regione. È un luogo dove i devoti pregano e, come puoi immaginare, si trova nell’omonima piazza. Piazza del Duomo, appunto. Anche qui la storia deve essere intrecciata con il terremoto del 1908: fu completamente ricostruito ed è possibile trovare al suo interno perfino due musei.

Realizzato la prima volta in epoca Normanna, la storia del Duomo non è stata delle più lineari. Perché tra incendi, ricostruzioni, demolizioni, danneggiamenti ha cambiato volto in più occasioni.

E ciò che si vede ora non è altro che la costruzione inaugurata nel 1928. Lungo quasi 100 metri, ci sono diverse opere da vedere. Non vogliamo entrare nel dettaglio perché altrimenti dovremmo descriverti ogni piano.

E, soprattutto, potremmo anche toglierti troppe curiosità. Però ti basti sapere che ha opere religiose niente male, uniche al mondo.

Nel complesso della città, però, noi ci siamo limitate alle cose più importanti. Ma, come per diverse città del Sud, Reggio Calabria va anche vissuta. Devi immergerti nella cultura calabrese tra cibo, arte, storia e chi più ne ha più ne metta.

Inoltre, molto spesso, dipende anche dalle tue passioni e inclinazioni. Magari a te piace di più perderti nei vicoli anche se, comunque, l’elenco che abbiamo trascritto è assolutamente imprescindibile se vuoi vivere al meglio Reggio Calabria.

Lascia un commento